LA MOCETTA,

By in
934
LA MOCETTA,

Una carne gustosa, essiccata, dalle antiche origini valdostane

A chi non è mai capitato di degustare la “motsetta” prendendo al ristorante un tagliere di salumi tipici valdostani?
Noi la prepariamo con la carne delle nostre vacche.

Partiamo dalle materie prime:
– tagli MAGRI di carne bovina;
– erbe di montagna;
– erbe aromatiche coltivate nel nostro orto (salvia, alloro, rosmarino);
– sale;
– pepe;
– aglio;
e niente altro.

A fare da conservante sarà esclusivamente il sale, dosato seguendo un’antica ricetta tramandata dai nostri nonni.

La preparazione della mocetta si divide in diverse fasi che partono dall’allevamento dei nostri bovini e dalla loro alimentazione, fino alle fasi di preparazione elencate di seguito:

FASE 1: MARINATURA

I vari tagli vengono adagiati, uno vicino all’altro, nella vasca di marinatura con il sale e le erbe, dove riposeranno per 15 giorni circa.

 

 

 

 

 

 

FASE 2: PROFUMAZIONE

Le nostre mocette hanno preso gusto, è ora di tirarle fuori!

 

 

 

 

 

FASE 3: STAGIONATURA

Alle mocette non resta che creare un laccio per poterle appendere nella nostra cella di stagionatura.
Qui dovranno stare per circa un mese in cui avranno perso almeno il doppio del loro peso.
Non riuscite ad immaginarvi il profumino che si sprigiona nell’ambiente!

 

 

 

 

 

FASE 4: SOTTOVUOTO

Dopo la stagionatura, le mocette vengono messe sottovuoto.

 

 

 

 

 

 

E adesso come consumarla? Semplicissimo:  trattandosi di carne essiccata e molto gustosa, simile alla bresaola, può essere gustata tagliata fine con l’affettatrice o con un coltello affilato, oppure con l’aggiunta di olio di noci per un semplice antipasto d’effetto. E perché non aggiungerci un filo di miele?

E voi come la preferite?

 

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *